Navigazione veloce

Funzioni Strumentali

I docenti incaricati di Funzione Strumentali, si occupano di quei particolari settori dell’organizzazione scolastica per i quali si rende necessario razionalizzare e ampliare le risorse, monitorare la qualità dei servizi e favorire formazione e innovazione.
I docenti F.S. vengono designati dal Collegio dei docenti in base alle loro competenze, esperienze professionali o capacità relazionali. La loro azione può essere indirizzata su diverse aree di intervento articolate da ogni Istituto scolastico a partire dalle indicazioni contenute nelle norme contrattuali, in base alle proprie necessità e secondo quanto stabilito nel proprio Piano dell’Offerta Formativa.

FUNZIONI ED AREE DI COORDINAMENTO DIDATTICO A.S. 2019/20

AREA 1 – GESTIONE DEL PTOF E VALUTAZIONE

prof.ssa D’Amato Antonietta

prof.ssa D’Amato Liliana

  • Revisiona, integra e aggiorna il P.T.O.F. nel corso dell’anno

  • Organizza la realizzazione dei progetti

  • Organizza, coordina le riunioni attinenti al proprio ambito e gli incontri di coordinamento organizzativo

  • Gestisce le attività di autoanalisi e di autovalutazione dell’istituto fornendo informazioni riguardo alla qualità dei processi messi in atto, ai risultati prodotti e al grado di soddisfazione raggiunto

  • Opera in sinergia con le altre FF.SS., i referenti dei singoli progetti, i direttori dei dipartimenti, e i responsabili delle commissioni

  • Lavora con il Dirigente Scolastico e, relativamente a specifiche questioni di natura economico-amministrativa, con il DSGA per la realizzazione del piano annuale dell’offerta formativa

  • Svolge un’azione di sostegno operativo per tutti i docenti impegnati nella realizzazione di iniziative progettuali

  • Coordina eventuali commissioni e/o gruppi di lavoro (sezioni/classi parallele/dipartimenti) in collaborazione con i coordinatori dei tre ordini di scuola.

AREA 2 – INCLUSIONE E INTEGRAZIONE

prof.ssa Santoriello Susanna

prof.ssa Sorrentino Patrizia

  • Cura l’accoglienza e l’inserimento degli studenti con bisogni speciali (BES) e disturbi di apprendimento (DSA), dei nuovi insegnanti di sostegno e degli operatori addetti all’assistenza

  • Concorda con il Dirigente Scolastico la ripartizione delle ore degli insegnanti di sostegno e collabora con il DSGA per la gestione degli operatori addetti all’assistenza specialistica

  • Coordina i GLH operativi e il GLH d’istituto

  • Diffonde la cultura dell’inclusione

  • Comunica progetti e iniziative a favore degli studenti con bisogni speciali e DSA

  • Rileva i bisogni formativi dei docenti, propone la partecipazione a corsi di aggiornamento e di formazione sui temi dell’inclusione

  • Offre consulenza sulle difficoltà degli studenti con bisogni speciali e DSA

  • Suggerisce l’acquisto di sussidi didattici per supportare il lavoro degli insegnanti e facilitare l’autonomia, la comunicazione e l’attività di apprendimento degli studenti

  • Prende contatto con Enti e strutture esterne

  • Svolge attività di raccordo tra gli insegnanti, i genitori, e gli specialisti esterni

  • Condivide con il Dirigente scolastico, lo staff dirigenziale e le altre FF.SS. impegni e responsabilità per sostenere il processo di inclusione degli studenti con bisogni educativi speciali

  • Promuove attività di sensibilizzazione e di riflessione didattico/pedagogica per coinvolgere e impegnare l’intera comunità scolastica nel processo di inclusione.

AREA 3 – CONTINUITÀ ED ORIENTAMENTO

prof.ssa Damiano Maria Giovanna

ins. Sammarco Assunta

  • Organizzazione e gestione incontri tra alunni scuola secondaria di I grado – docenti scuola secondaria di II grado

  • Presentazione tipologie e peculiarità dei percorsi scolastici ai coordinatori delle classi terze anche attraverso la distribuzione di materiale informativo inviato dagli istituti superiori del territorio.

  • Organizzazione laboratori orientativi in collaborazione con insegnanti della scuola secondaria di II grado.

  • Organizzazione di incontri informativi aperto ai genitori con l’intervento di esperti esterni sulle tematiche dell’orientamento.

  • Collaborazione con le agenzie del territorio.

  • Progettazione di modalità di raccordo pedagogico e curricolare tra i diversi ordini di scuola per la realizzazione di un percorso scolastico unitario, organico e completo

  • Raccolta e pubblicazione su sito di attività relative al Progetto Continuità

  • programmazione ed attuazione di esperienze atte a favorire l’acquisizione di conoscenze relative al nuovo ordine scolastico e a ridurre le difficoltà dovute al passaggio da un ordine all’altro